CHIAMACI +39 0332 236900 (Varese) / +39 0332978000 (Travedona Monate)

ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

L’ortodonzia conservativa è la branca dell’odontoiatria che si occupa del la cura e del mantenimento dei denti naturali danneggiati dalla presenza di carie o alterati in seguito a traumi o difetti di forma e/ o colore. La conservativa permette di intervenire quindi sul dente vitale o devitalizzato prima che si renda necessaria la loro estrazione ed eventuale sostituzione con protesi fisse su denti naturali o impianti oppure con protesi mobili.

 

La cura dei denti cariati prevede l’eliminazione della carie tramite l’asportazione dello smalto o della dentina interessati dal processo carioso e la successiva otturazione tramite le tecniche adesive e l’utilizzo dei materiali compositi. i materiali e le procedure disponibili oggi consentono un ottimale ripristino funzionale ed estetico del dente interessato dalla carie con la minima invasività possibile e il mantenimento della maggiore quantità di tessuto dentale residuo

Per ottenere i massimi risultati dalle tecniche di odontoiatria restaurativa e garantire quindi una maggiore durata nel tempo del lavoro, durante l’intervento viene utilizzata la diga, ovvero un foglio di gomma che permette di isolare il dente dalla saliva e dai liquidi presenti nella bocca ed ottenere quindi le migliori performance dei materiali adesivi utilizzati.

Distinguiamo due tipologie di odontoiatria conservativa: quella diretta e quella indiretta

La conservativa diretta permette di ripristinare il dente cariato o lesionato in una unica seduta, ricostruendo la parte di dente danneggiata con una otturazione o una ricostruzione. È indicata in presenza di lesioni di piccola e media entità

La conservativa indiretta richiede invece la realizzazione del manufatto da parte del laboratorio odontotecnico (intarsio, faccetta) che verrà cementato adesivamente al dente nell’appuntamento successivo. E’ indicata in presenza di cavità estese o denti maggiormente compromessi o ancora quando si rende necessaria la modifica di forma o dimensione del dente stesso.

Quando, invece, la carie è molto profonda e ha intaccato irrimediabilmente il tessuto pulpare, meglio conosciuto come nervo del dente, si rende necessario il trattamento endodontico (devitalizzazione) del dente stesso prima di procedere alla riabilitazione conservativa o protesica.

Odontoiatria Estetica

Andare dal dentista non vuol dire solo curare i problemi e prevenire, ma vuol dire anche migliorare il proprio sorriso.